Con la direttiva sulla plastica monouso, la Ue detta le nuove regole

La direttiva (Ue) 2019/904 promuove approcci circolari che privilegino prodotti e sistemi riutilizzabili sostenibili e non tossici

Sulla lotta all'abbandono di manufatti in plastica nell'ambiente, problema ormai conclamato a livello planetario, l'Unione europea interviene emanando un provvedimento legislativo che, in quanto tale, ha valenza applicativa cogente. Si tratta della direttiva (Ue) 2019/904 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente (in G.U.C.E. L del 12 giugno 2019, n. 155), il cui scopo è promuovere approcci circolari che privilegino prodotti e sistemi riutilizzabili sostenibili e non tossici, piuttosto che prodotti monouso, con l’obiettivo primario di ridurre la quantità di riuti prodotti, come noto in cima alla gerarchia dei rifiuti di cui alla direttiva 2008/98/Ce.

Tanti i punti del nuovo provvedimenti; tra i più importanti:

le misure necessarie per la riduzione del consumo; i requisiti dei prodotti e di marcatura;
i proli di responsabilità estesa del produttore;
le indicazioni sulla raccolta differenziata;

la messa in atto di misure di sensibilizzazione;
le sanzioni che gli Stati membri dovranno applicare.

 

Fonte: www.ambientesicurezzaweb.it

Copyright © 2019  ASSA S.r.l. P.Iva 09481851005. 
Diritti Riservati. Cookies e Privacy