09Giu 2015

L’amianto, minerale naturale a struttura microcristallina e di aspetto fibroso, è considerato potenzialmente nocivo per la salute dell’uomo, motivo per cui è necessario rimuoverlo. Esistono diversi procedimenti attraverso cui operare, tra questi il più utilizzato dalle aziende specializzate come Assa è la rimozione e bonifica dell’amianto.

La bonifica è il procedimento più utilizzato perché elimina ogni potenziale fonte di esposizione. Gli esperti del mestiere operano attraverso tutti i passaggi dovuti (delimitazione dell’area di cantiere, incapsulamento preliminare dei manufatti, sopralluogo tecnico preliminare e prelievo campione, analisi chimica campione ecc..) in piena sicurezza, come previsto dalla normativa di settore in materia di Amianto (D.M. 06/09/1994 e D.M. 20/08/1999), Ambiente (Parte IV_ D.Lgs 152/06 e smi / D.M. 120/2014) e Sicurezza (D.Lgs. 81/2008 e smi).

Perché l’amianto va rimosso

Questo minerale naturale ha una composizione chimica variabile, costituita da fasci di fibre molto fini. È considerato nocivo per l’uomo per la sua capacità di rilasciare fibre potenzialmente inalabili. Tra le tipologie di materiali più pericolosi vanno sicuramente annoverati quelli contenenti amianto friabile perché possono arrivare anche al 100% di presenza di fibre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *