02Nov 2015

L’asbesto, meglio conosciuto come amianto, è un materiale altamente nocivo per la salute dell’uomo a causa della friabilità delle sue fibre e per questo messo al bando nel nostro Paese nel 1992. Per debellare definitivamente questa minaccia è necessario rivogersi ad un esperto del settore – come Assa – e provvedere alla bonifica del manufatto contaminato. A seconda dei casi si può intervenire tramite: confinamento, rimozione e incapsulamento. Infatti esistono diverse tipologie di amianto e ognuna di queste ha una nocività differente.

Queale tipo di amianto è maggiormente nocivo?

I vari tipi mineralogici di amianto hanno una nocività differente: meno pericoloso è il crisotilo (o amianto bianco), appartenente al gruppo dei serpentini; molto più dannose sono le altre varietà (crocidolite, amosite ecc.), appartenenti agli anfiboli.

È possibile trovare frammenti di amianto nell’aria, all’esterno e all’interno di edifici e persino nei freni e nelle frizioni delle auto e degli autocarri. In base a normative stabilite si deve procedere alla bonifica con rimozione totale dell’amianto ove possibile, soprattutto in caso di edifici pubblici e per le abitazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *