01Giu 2016

Durante il seminario “Le Olimpiadi e Paralimpiadi come opportunità di riqualificazione urbana”, svoltosi ieri presso la Casa dell’architettura, è  arrivato il pieno appoggio dell’Ordine Romano degli Architetti al progetto “Roma 2024”.

Condividiamo quindi le parole del presidente, Alessandro Ridolfi, che ha commentato così l’iniziativa:

«Roma 2024 può e deve puntare a presentare una nuova prospettiva di equilibrio tra tradizione e innovazione in grado di garantire un armonioso sviluppo delle strutture sportive nel contesto urbanistico della nostra città.

L’appuntamento del 2024 dovrebbe vedere un cambio di rotta delle politiche urbanistiche di Roma, in grado di introdurre profondi cambiamenti (anche di natura etica e morale) nei nostri stili di vita, migliorando anche le risposte ai bisogni espressi dal territorio. In questo processo occorre valorizzare il ruolo della collaborazione tra istituzioni per ripensare alla tutela dell’ambiente, alla cultura e alla promozione sociale, spesso troppo trascurati dai meccanismi economici nella mutevolezza delle intenzioni politiche.

Gli obiettivi sono alti, le aspettative enormi, ma è fondamentale evitare che l’Evento si trasformi in una vetrina o che sia preceduto da promesse o iniziative poi disattese.

Gli impegni vanno presi ora, anche attraverso un percorso di incontri pubblici ed eventi dedicati, in grado di monitorare costantemente le tappe di avvicinamento a questa data. È necessario programmare e procedere tenendo conto di alcuni fattori che l’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia ritiene irrinunciabili: accessibilità, rigenerazione, riuso, concorsi e soprattutto trasparenza».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *