13Set 2017

Costruire, ristrutturare, potenziare, modernizzare strutture sportive comunali. La promozione dello sport è il principale obiettivo del protocollo firmato a Bari dal presidente dell’Anci Antonio Decaro e dal Commissario Straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo Paolo D’Alessio: 200 milioni di euro in mutui saranno messi a disposizione dei progetti di costruzione e riqualificazione delle strutture con una forte attenzione ai territori di minori dimensioni o penalizzati dalla distanza dai centri urbani: i piccoli Comuni e le Unioni di Comuni delle aree interne del Paese.

Il protocollo ripercorre l’iniziativa già sperimentata lo scorso anno, e rappresenta così l’edizione 2017 del bando “Sport missione Comune”, che proprio nel 2016 ha consentito la realizzazione di più di 301 progetti in 19 regioni.
Quest’anno la dotazione raddoppia, arrivando a 200 milioni, divisi in due plafond. Il primo, di 100 milioni, sarà offerto con mutui a tasso zero per consentire, entro la fine del 2017, la definitiva realizzazione di progetti già in fase avanzata, per un massimo di 2 milioni concessi per ciascuna operazione. Il secondo, per altri 100 milioni, verrà erogato agli enti locali e anche a privati nell’ambito di operazioni di partenariato pubblico-privato a tasso agevolato (a titolo di esempio per i Comuni, l’1% per un mutuo a tasso variabile della durata di 15 anni), per coprire le spese eccedenti i due milioni a tasso zero del plafond A.

I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, comprese le piste ciclabili, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.

L’attenzione particolare dedicata dal bando ai piccoli Comuni delle aree interne o alle Unioni di Comuni, ovvero a quegli enti che più di tutti trovano difficoltà nel reperire le risorse necessarie, è testimoniata dalla scelta di suddividere il plafond a tasso zero in due parti uguali: 50 milioni dedicati esclusivamente ai piccoli Comuni e alle Unioni, e i restanti 50 per i progetti previsti in tutti gli altri Comuni. I finanziamenti, oltre che per gli impianti sportivi (anche scolastici), potranno essere destinati all’acquisto di attrezzature e alla realizzazione di piste ciclabili.

Entro 20 giorni dal 28 ottobre, l’esito delle domande sarà pubblicato sui siti dell’Anci e dell’ISC.

18Gen 2018

Nel secondo trimestre del 2017 si rileva un significativo incremento congiunturale del numero di abitazioni in nuovi fabbricati residenziali (+7,8%), che rafforza i segnali di crescita già rilevati nei primi tre mesi (+3,5%). La superficie in fabbricati non residenziali, dopo il forte aumento registrato nel primo trimestre (+20,2%), nel secondo subisce invece una flessione (-4,7%).

Il numero di abitazioni rilevato per i nuovi fabbricati aumenta, in termini tendenziali, del 9,5% nel primo trimestre 2017 e del 13,6% nel secondo. Una dinamica sostanzialmente analoga contraddistingue la superficie utile (rispettivamente +12,3% e +11,4%).

Dopo la fase di contrazione rilevata, in media, nel 2016, anche l’edilizia non residenziale torna, nel 2017, a crescere con variazioni tendenziali molto elevate: +49,8% nel primo trimestre (dato influenzato dal valore particolarmente basso dell’indicatore nel primo trimestre 2016) e +28,1% nel secondo.

Nel complesso del primo semestre del 2017 si registra una crescita tendenziale diffusa che interessa sia la parte residenziale (+11,7% sui primi sei mesi del 2016 per le abitazioni in nuovi fabbricati residenziali; +11,8% la superficie utile abitabile) che quella non residenziale (+37,7% la superficie non residenziale).

15Gen 2018

Quali materiali scegliere per la ristrutturazione della propria casa? Come rendere energeticamente efficienti i locali in cui si lavora o si vive? Quali invece quelli da usare per migliorare le prestazioni antisismiche nella riqualificazione del patrimonio edilizio o per raggiungere standard ambientali elevati? Come conoscere in tempo reale gli incentivi nazionali e regionali su rinnovabili ed efficienza energetica? Quali sono le norme che regolano il settore dell’edilizia?

Per rispondere a queste e altre domande Legambiente lancia MaINN, la libreria dei materiali innovativi e sostenibili, disponibile sul sito www.fonti-rinnovabili.it. Uno strumento nato per diffondere sempre di più le conoscenze in tema di sostenibilità ambientale nel settore dell’edilizia che fino a ieri è stato considerato tra quelli con il più alto impatto ambientale e consumo di materiali, oltre che di suolo, ma che oggi può rappresentare un tassello fondamentale della rivoluzione dell’economia circolare e di quella energetica, con un contributo fondamentale alla lotta ai cambiamenti climatici e all’inquinamento atmosferico. Una nuova edilizia sostenibile esiste già e grazie a questo approccio è possibile non solo diminuire l’impatto sull’ambiente, riducendo importazioni ed estrazioni di materiali, ma anche producendo lavoro e opportunità per le imprese.

La libreria MaINN propone materiali distinti in tre categorie  naturali e salubri, provenienti da riciclo, innovativi (ognuno accompagnato da una scheda tecnica) – e nasce con il duplice obiettivo di raccontare i materiali innovativi offerti sul mercato e di offrire ai consumatori uno strumento in grado di orientare verso una scelta consapevole all’acquisto. Una guida pensata non solo per gli stakeholders del settore (dai progettisti che devono essere in grado di realizzare strutture il più possibile a zero emissioni), ma anche per le famiglie, perché solo se il settore edilizio diventerà trasparente e credibile, si potrà rispettare il diritto di vivere in una casa costruita con materiali salubri ed efficienti. In particolare per Legambiente i materiali naturali e salubri, provenienti dal riciclo e i materiali e sistemi innovativi: sono le tre chiavi per mettere in evidenza le caratteristiche di una nuova edilizia dove le prestazioni, garantite da certificazioni indipendenti, assumono un ruolo centrale.

12Gen 2018

Pericolosissime lastre di amianto frantumate, calcinacci e rifiuti speciali sono stati scoperti dagli uomini della polizia municipale del gruppo IX Eur all’interno di un’area industriale di circa 6000 mq in via di Trigoria, a due passi dal centro sportivo della Roma.

L’area è stata posta sotto sequestro dagli agenti della polizia municipale. I vigili, intervenuti al civico 248 di via di Trigoria a seguito di diverse segnalazioni, sono entrati all’interno della zona industriale abbandonata, scoprendo due capannoni di circa 500 metri quadri con i tetti ormai collassati, e le fibre di amianto disperse all’aria aperta. Una vera e propria bomba ecologica e potenzialmente pericolosa per la salute.

 Oltre all’interdizione totale dell’area, gli agenti hanno provveduto a sollecitare i necessari interventi della ASL e dell’ARPA Lazio per quanto di loro competenza, in attesa della bonifica che sarà effettuata a carico del proprietario, a cui è stato notificato il reato ambientale.

 

 

10Gen 2018

Nel terzo trimestre 2017, secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, diminuisce dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% nei confronti dello stesso periodo del 2016 (era -0,2% nel secondo trimestre).

L’ampliamento della flessione tendenziale dell’IPAB è dovuto esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti, la cui diminuzione su base annua si accentua (-1,3%, da -0,5% del trimestre precedente) e torna prossima a quella registrata nel primo trimestre 2016 (era -1,2%). Accelera invece la crescita dei prezzi delle abitazioni nuove (+0,6%, da +0,3%).

Il calo tendenziale dei prezzi delle abitazioni si manifesta contestualmente a una crescita del numero di immobili residenziali compravenduti (+1,5% rispetto al terzo trimestre del 2016, secondo i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate), ininterrotta dal secondo trimestre 2015 ma che si riduce di ampiezza per il quinto trimestre consecutivo.

Anche su base congiunturale la diminuzione dell’IPAB è dovuta unicamente al calo dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,7%) mentre quelli delle abitazioni nuove registrano un aumento dello 0,3%.

In media, nei primi tre trimestri del 2017 i prezzi delle abitazioni diminuiscono dello 0,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sintesi di un leggero aumento dei prezzi delle abitazioni nuove (+0,1%) e della diminuzione di quelli delle abitazioni esistenti (-0,6%).

Il tasso di variazione acquisito dell’IPAB per il 2017 rimane negativo e pari a -0,4% (era -0,1% nel trimestre precedente).

08Gen 2018

È scattata una nuova segnalazione di allerta da parte del Ministero della salute per la presenza sul mercato di thermos contenenti amianto, d’importazione cinese.  I prodotti incriminati sono a marca Kitchen Club (vedi foto), mentre le parti contenenti amianto sono costituite da piccoli corpi di forma cilindrica di colorazione grigio biancastra composti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo posti nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori.

Il rischio, in caso di rottura del contenitore in vetro, manipolazione della pasticca di cartone-amianto, e dispersione nell’aria delle fibre, è quello dell’inalazione con elevati effetti cancerogeni sulla salute.

Tutti coloro in possesso del prodotto sono invitati a non utilizzarlo ed a sigillarlo in una confezione ermetica, rivolgendosi poi all’azienda di raccolta rifiuti del proprio comune per conoscere le modalità di smaltimento.

05Gen 2018

L’articolo 1, comma 874, lettera a, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, (legge di bilancio 2018), assegna spazi finanziari agli enti locali, nel limite complessivo di 900 milioni di euro annui. Per l’annualità 2018, sono previsti spazi finanziari in deroga agli equilibri di bilancio per un importo di 400 milioni liberati dai vincoli di bilancio per Comuni, Province e Città metropolitane finalizzati ad interventi di edilizia scolastica e alla realizzazione di nuove scuole.

Anche quest’anno l’operazione #Sbloccascuole è gestita dalla Struttura di Missione per la Riqualificazione dell’Edilizia Scolastica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con la Ragioneria Generale dello Stato.Al link è disponibile l’avviso pubblico della Struttura di Missione per l’Edilizia Scolastica contenente le modalità dell’operazione (clicca qui)

Per ulteriori approfondimenti clicca qui e consulta il sito della Ragioneria Generale dello Stato.