23Mag 2016

In corso ormai da diverse settimane, la campagna fiscale 2016 ha creato diverse perplessità nei contribuenti italiani, su cui l’Agenzia delle Entrate ha voluto fare chiarezza. Attraverso la circolare 20/E, andiamo a vedere nel dettaglio gli ultimi chiarimenti relativi all’edilizia.

Proroga detrazioni interventi riqualificazione energetica su edifici esistenti

La legge di stabilità ha prorogato fino al 31/12/2016 la detrazione al 65% per questa tipologia di intervento, comprendendo anche:

  • l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari;
  • l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • gli interventi di riqualificazione energetica relativi a parti comuni degli edifici o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio

Estensione della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica agli Istituti Autonomi per le Case Popolari (Iacp)

Le detrazioni fiscali del 65 per cento, previste per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, sono fruibili anche da parte degli Istituti Autonomi per le Case Popolari (IACP), comunque denominati, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, relativamente agli interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

In considerazione del rilevante ruolo sociale svolto dagli enti in questione, la disposizione introduce un’importante apertura nell’impianto normativo della detrazione in esame, consentendone l’applicazione anche per gli interventi riguardanti taluni immobili “patrimoniali” concessi in locazione, a condizione che siano adibiti a edilizia residenziale pubblica e siano di proprietà degli Istituti autonomi in questione, comunque essi siano denominati, i quali hanno come compito la gestione di tale patrimonio.

Detrazione per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali (Domotica)

Le detrazioni al 65% spettanti per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, si applicano anche a quelle per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative, che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti, nonché dotati di specifiche caratteristiche. Tali dispositivi devono, in particolare:

  • mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
  • mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  • consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

La detrazione spetta con riferimento alle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016, anche nell’ipotesi in cui l’acquisto, l’installazione e la messa in opera dei dispositivi multimediali siano effettuati successivamente o anche in assenza di interventi di riqualificazione energetica.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *