03Ott 2016

Entro il 31 dicembre di quest’anno, i contatori individuali di calore dovranno essere obbligatoriamente installati in tutti i condomini che ne sono sprovvisti. Molte sono le persone che, dovendo affrontare questa spesa, si sono chieste sei sia possibile detrarla dalle imposte e quale sia la percentuale: se il 50 per le spese di manutenzione o il 65 per gli interventi di efficienza energetica. A questo proposito l’Agenzia delle Entrate, attraverso la circolare 18/E, ha chiarito quali aliquote applicare alle diverse casistiche.

Detrazione acquisto termoregolatori e contabilizzatori al 50%

Se i dispositivi in questione sono installati in concomitanza con la sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione – e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione – ovvero con pompe di calore ad alta efficienza o con impianti geotermici a bassa entalpia, le relative spese sono già ammesse alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica pari, attualmente, al 65% delle spese stesse per un valore massimo della detrazione di 30.000 euro.

Detrazione acquisto termoregolatori e contabilizzatori al 65%

Se, invece, i dispositivi in argomento sono installati senza che sia sostituito, integralmente o parzialmente, l’impianto di climatizzazione invernale ovvero nel caso in cui quest’ultimo sia sostituito con un impianto che non presenta le caratteristiche tecniche richieste ai fini della citata detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica, le relative spese sono ammesse alla detrazione spettante nella misura attuale del 50 per cento trattandosi di intervento finalizzato al conseguimento di risparmio energetico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *