02Lug 2015

Tutti ne parlano, sono consapevoli della sua pericolosità ma nessuno sa fino in fondo cos’è l’amianto e perché è pericoloso per la vita dell’uomo. Impiegato spesso per scopi edilizi, considerato il suo costo ridotto e la sua resistenza, è altamente nocivo per la salute dell’uomo, motivo per cui è consigliabile rimuoverlo rivolgendosi ad un’azienda specializzata come Assa. Scopriamo di più su questo materiale e le sue potenzialità nocive.

Caratteristiche amianto

L’amianto è un minerale naturale a struttura microcristallina di aspetto fibroso appartenente alla classe chimica dei silicati e alle serie mineralogiche del serpentino e degli anfiboli. Secondo la normativa italiana possiamo trovare sotto la dicitura amianto 6 composti distinti in due grandi gruppi: anfiboli e serpentino, l’amianto serpentino è composto principalmente da amianto cosiddetto bianco chiamato anche crisotilo, dall’aspetto sfrangiato. L’altro chiamato anfibolo è composto da crocidolite (amianto blu), amosite, e tremolite, l’amosite e pochi altri.

È stato utilizzato in diversi campi (edilizia, industria dei trasporti, arredamento di teatri e cinema ecc…) per le sue molteplici caratteristiche ottimali: resistenza al fuoco, isolamento termico ed elettrico, resistente agli acidi ed alla trazione, facilmente mescolabile ad altre sostanze (cemento), capacità fonoassorbenti e costo contenuto. Successivamente, ricerche e studi hanno dimostrato che le fibre rilasciate dall’amianto e potenzialmente inalabili dall’uomo sono altamente nocive per la salute, motivo per cui nel 1992 ne è stata vietata la produzione.

I materiali ritenuti più pericolosi sono quelli contenenti amianto friabile e, rispetto al cemento-amianto (conosciuto come Eternit) vanno rimossi con più urgenza, ovviamente affidandosi ad un esperto del settore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *