14Lug 2016

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, per l’assegnazione di benefici previdenziali ai lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario che hanno prestato la loro attività nel sito produttivo, senza essere dotati degli equipaggiamenti di protezione adeguati all’esposizione alle polveri di amianto.

I fondi stanziati sono pari a 5,5 milioni di euro per l’anno 2016, 7 milioni di euro per l’anno 2017, 7,5 milioni di euro per l’anno 2018 e 10 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2019. Per quanto riguarda la documentazione che i richiedenti dovranno allegare alla domanda, sarà necessario il rilascio:

  •  di una certificazione tecnica da parte dell’INAIL attestante la sussistenza delle condizioni previste dalla norma e l’indicazione dei periodi di lavoro da valutare, calcolati secondo i parametri definiti dal decreto. Tale certificazione viene rilasciata, su richiesta dell’INPS, dopo che l’avente diritto ha presentato istanza di accesso al beneficio;
  • di una certificazione da parte del datore di lavoro, con allegati i documenti probatori delle circostanze previste dalla disciplina in esame.
Ad esito del monitoraggio, l’INPS comunica al richiedente l’accoglimento o il rigetto della domanda di accesso al beneficio.
I trattamenti pensionistici erogati con il riconoscimento del beneficio non possono avere decorrenza anteriore all’1 febbraio 2016.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *