Bonifica dell’amianto mediante incapsulamento

incapsulamento-01L’Incapsulamento senza rimozione è un intervento di tipo conservativo e consiste nel trattamento dell’amianto con prodotti penetranti o ricoprenti che tendono a inglobare le fibre di amianto e a costruire una pellicola di protezione sulla superficie esposta. Assa, nello svolgimento di tale attività, attua tutte le metodologie tecniche / operative fissate dalla normativa di settore (D.M. 06/09/94 E D.M- Sanità 20/08/99) ed è in possesso delle abilitazioni previste:iscrizione all’Albo gestori Ambientali, disponibilità di personale qualificato, utilizzazione di prodotti incapsulanti conformi. Come appena accennato è essenziale per essere a norma, è il tipo di incapsulante utilizzato. Pertanto, si ritiene opportuno indicarle alcune specifiche in merito. L’incapsulante è ricoprente o penetrante. Per un intervento qualitativamente migliore, anche in termini di conservazione, si consiglia l’utilizzo di entrambe.

Dopo la preparazione del supporto, le successive fasi del ciclo incapsulante dovranno avvenire al più presto possibile.
La nostra azienda utilizza prodotti conformi alle caratteristiche prestazionali richieste nell’appendice 1, indicati nell’attestazione di conformità a noi rilasciata dai fornitori. Su tale documento sono presenti i dati indicati nel DM 20/08/1999.

incapsulamento-02Il prodotto incapsulante, rispettando tutte le disposizioni previste nel Decreto del Ministero della Sanità 20 Agosto 1999, ha una durata di almeno 5 anni. Assa offre un servizio completo, dal primo sopralluogo fino al rilascio del certificato di attestazione dei lavori. Di seguito, vengono indicate dettagliatamente le attività previste:

  • sopralluogo (analisi visiva, rilievo fotografico, prelievo campione e redazione scheda tecnica)
  • analisi chimica su campione – metodo MOCF
  • redazione, presentazione Notifica preliminare c/o ASL e comunicazioni correlate
  • esecuzione dei lavori nei modi e tempi previsti dalla normativa di settore
  • rilascio Attestazione di esecuzione dei lavori
  • rilascio schede tecniche prodotto incapsulante
  • rilascio titoli autorizzativi Assa
  • rilascio qualifiche professionali del personale addetto

L’intervento di incapsulamento si conclude con il rilascio dell’attestazione di esecuzione dei lavori. A carico del proprietario della struttura, però, resta l’obbligo successivo di adempiere alla predisposizione di un programma di controllo e manutenzione. Il DM 06/09/94, al punto 4, ne stabilisce l’obbligo di adempimento in capo al proprietario.

incapsulamento-03L’incapsulamento può essere attuato solo dopo aver verificato l’idoneità del materiale a sopportare il peso dell’incapsulante.
I trattamenti incapsulanti non sono indicati nel caso di:

  • Materiali molto friabili o con scarsa coesione interna/adesione al substrato_ motivazione: l’incapsulante ne aumenta il peso strutturale aggravandone la tendenza a delaminarsi o a staccarsi dal substrato).
  • Materiali friabili di spessore elevato (maggiore di 2 cm) _ motivazione: l’incapsulante non penetrando in profondità non riesce a restituire adesione al supporto sottostante.
  • Infiltrazioni di acqua _ motivazione: il trattamento impermeabilizza il materiale, creando così la possibilità di formare internamente raccolte di acqua che appesantiscono il rivestimento e ne disciolgono i leganti, determinando il distacco
  • Materiali facilmente accessibili _ motivazione: il trattamento forma una pellicola di protezione scarsamente resistente agli urti. Pertanto l’incapsulamento non dovrebbe essere effettuato su superfici localizzate ad un’altezza inferiore a mt 3, in aree soggette a frequenti interventi di manutenzione, su superfici, a qualsiasi altezza, che possano essere danneggiate da attrezzi (es: soffitti delle palestre)
  • Installazioni soggette a vibrazioni (es: aeroporti, locali con macchinari pesanti) _ motivazione: le vibrazioni determinano il rilascio di fibre anche se il materiale è stato incapsulato.

Pertanto, prima di decidere di procedere all’incapsulamento, è necessario tenere presente che questo trattamento è possibile solo dopo una profonda analisi conoscitiva dello stato dei luoghi (SOPRALLUOGO TECNICO).