Bonifica Amianto mediante confinamento o rivestimento

Bonifica-Amianto-mediante-confinamento-o-rivestimentoIl confinamento consiste nell’installazione di una barriera che separi l’amianto dalle aree occupate dell’edificio. Se l’intervento non è associato all’incapsulamento, all’interno dell’area confinata si continua ad avere il rilascio di fibre pertanto il sistema di confinamento adottato deve essere a tenuta. L’intervento deve essere eseguito in conformità al D.M. 06/09/1994 (metodiche di intervento) e al D.M. 20/08/1999 (prodotto incapsulante). Questo intervento è indicato per materiali facilmente accessibili e particolarmente per aree circoscritte (esempio: colonna,tetti,sotto tetti). Nel caso di confinamento di una copertura in cemento amianto ( sovra copertura) è necessaria la verifica del carico sopportato dalla struttura con l’installazione delle nuova copertura.

Assa offre un servizio completo, dal primo sopralluogo fino al rilascio della certificazione finale. Di seguito, vengono indicate dettagliatamente le attività previste:

  • sopralluogo (analisi visiva, rilievo fotografico, prelievo campione e redazione scheda tecnica)
  • analisi chimica su campione – metodo MOCF
  • redazione ,presentazione Notifica preliminare c/o ASL e comunicazioni correlate
  • Fornitura dei materiali idonei per l’installazione della barriera
  • esecuzione dei lavori
  • rilascio schede tecniche prodotto incapsulante applicato in fase preventiva, salvo installazione di una barriera a tenuta e  dei materiali utilizzati per il confinamento
  • rilascio titoli autorizzativi Assa sas
  • rilascio qualifiche professionali del personale addetto

L’intervento di confinamento si conclude con il rilascio della documentazione attestante il corretto svolgimento. A carico del proprietario della struttura, però, resta l’obbligo successivo di adempiere alla predisposizione di un programma di controllo e manutenzione. Il DM 06/09/94, al punto 4, ne stabilisce l’obbligo di adempimento in capo al proprietario.